Staminali: Buone notizie per combattere l’invecchiamento muscolare!

I ricercatori della Scuola di Medicina della Stanford University hanno condotto uno studio di ricerca sulle cellule staminali, che getta luce sul motivo per cui il normale invecchiamento è accompagnato da una ridotta capacità di ritrovare la forza e la mobilità dopo un infortunio muscolare. Secondo un comunicato stampa di Stanford University Medical Center, gli scienziati hanno determinato che nel corso del tempo, le cellule staminali all’interno dei tessuti muscolari dedicati alla riparazione dei danni diventano meno in grado di generare nuove fibre muscolari e lotta onde auto- rinnovarsi.

Il documento che descrive la ricerca è pubblicato sul giornale Nature Medicine.

Gli scienziati hanno identificato il processo mediante il quale le popolazioni di cellule staminali muscolari di età superiore possono essere ringiovanite e funzionare come le cellule più giovani. Helen Blau ci spiega che: “I nostri risultati identificano un difetto intrinseco alle cellule staminali del muscolo vecchie. Più interessante è che abbiamo anche scoperto un modo per superare tale difetto. Come risultato, abbiamo un nuovo obiettivo terapeutico che potrebbe un giorno, essere usato per aiutare i pazienti anziani a riparare i danni del muscolo“.

Il team di ricerca ha scoperto che molte cellule staminali muscolari isolate da topi hanno mostrato livelli elevati di attività in una cascata biologica chiamata p38 MAP chinasi. Il Centro Medico dell’Università di Stanford osserva che il percorso impedisce la proliferazione delle cellule staminali e li incoraggia a diventare non- staminali. I ricercatori hanno usato un farmaco per bloccare questo percorso in cellule staminali vecchie, il che ha permesso loro di dividersi rapidamente in laboratorio e produrre un gran numero di nuove cellule staminali in grado di riparare il danno muscolare.

Benjamin Cosgrove, uno degli autori principali dello studio, afferma: “Ora che abbiamo dimostrato che le cellule staminali del muscolo progressivamente perdono la loro funzione delle cellule staminali durante l’invecchiamento, possiamo asserire che il nostro trattamento non riporta indietro l’orologio sulle cellule staminali disfunzionali ma piuttosto stimola le cellule staminali da tessuti muscolari vecchie che sono ancora funzionali a iniziare a dividersi e di auto-rinnovarsi“.

I ricercatori hanno in programma di continuare questa ricerca per scoprire se la nuova tecnica potrebbe essere utilizzata negli esseri umani. La Blau ci dice a proposito: “Questa realtà apre una nuova strada per migliorare la riparazione dei muscoli specifici negli anziani, soprattutto dopo un infortunio. I nostri dati aprono la strada a una tale terapia con cellule staminali“.

Staminali: Buone notizie per combattere l’invecchiamento muscolare!
5 (100%) 1 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *