Staminali: Maiali geneticamente modificati ad accettare i trapianti.

I ricercatori hanno sviluppato una nuova linea di maiali geneticamente modificati che non respingono i trapianti, in anticipo a ciò che riuscirà a fare la ricerca futura sulle terapie con le cellule staminali.

Una delle maggiori sfide per i medici ricercatori che studiano l’efficacia delle terapie con cellule staminali è che i trapianti o innesti di cellule sono spesso rifiutati dal nostro corpo.

Questo rifiuto può rendere la sperimentazione inutile e la conseguente ricerca di trattamenti – potenzialmente salvavita – un processo lungo e difficile.

Ora, i ricercatori dell’Università del Missouri hanno dimostrato che una nuova linea di maiali geneticamente modificati ospiterà cellule trapiantate senza rischio di rigetto.

“Il rigetto dei trapianti e innesti da parte degli organismi di accoglienza è un enorme ostacolo per i ricercatori medici”, afferma Michael Roberts, professore di Scienze Animali e Biochimica.

“Stabilendo che questi maiali sosterranno i trapianti, senza la paura del rifiuto, possiamo spostare la ricerca sulla terapia con cellule staminali in avanti a un ritmo più veloce“, sostiene Roberts.

I ricercatori hanno impiantato cellule staminali umane pluripotenti in una linea speciale di suini sviluppati da Randall Prather, un professore di fisiologia della riproduzione.

Prather ha appositamente creato dei maiali con sistemi immunitari che permettono ai suini di accettare tutti i trapianti o innesti senza rigetto.

Una volta che gli scienziati hanno impiantato le cellule, i maiali non rigettano più le cellule staminali e queste prosperano.

Prather ha detto che il raggiungimento di questo successo con i maiali è notevole perché i maiali sono molto simili agli esseri umani di molti altri animali di laboratorio.

Molti ricercatori medici preferiscono condurre studi con i maiali perché sono anatomicamente più simili agli esseri umani rispetto ad altri animali, come topi e ratti“, ci spiega Prather.

“Ora che sappiamo che le cellule staminali umane possono prosperare in questi maiali, una porta è stata aperta per la nuova ed entusiasmante ricerca da parte degli scienziati di tutto il mondo“, ha aggiunto.

Speriamo che questo significhi che siamo un passo più vicini a terapie e trattamenti per una serie di debilitanti malattie“, ha continuato Roberts.

Lo studio è stato pubblicato nella rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Staminali: Maiali geneticamente modificati ad accettare i trapianti.
3 (60%) 2 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *