Staminali: Cellule corneali e architettura 3D per ridare la vista.

Degli scienziati statunitensi hanno sviluppato un modello che simula la complessa struttura della cornea onde consentire il trapianto di sane cellule staminali corneali.

La ricerca intitolata: “Ingegneria Tissutale, cripte limbari umane: Ulteriore Caratterizzazione di un Modello in Vitro” è stata presentata alla riunione annuale per il 2014 dell’Associazione per la Ricerca, la Visione e l’Oftalmologia (ARVO) tenutasi questa settimana a Orlando in Florida.

Le cellule staminali corneali – famose poiché vengono impiegate per ridare la vista – vivono in un ambiente fisico specifico. Il trapianto di queste cellule staminali richiede un accurato mimetismo del loro ambiente naturale durante il trasporto. Attraverso il loro lavoro questi scienziati della visione hanno ricreato l’architettura 3D in cui le cellule staminali corneali risiedono naturalmente.

La cornea è la finestra trasparente nella parte anteriore dell’occhio. Quando lo strato di cellule più esterno della cornea viene danneggiato, la visione risulta gravemente compromessa. Uno dei possibili trattamenti, oggi, può includere un trapianto di cellule staminali corneali sani per sostituire le cellule perse.

Attualmente, questo è l’unico trattamento con cellule staminali disponibile per l’occhio che ha avuto successo. Non è ancora ampiamente disponibile; ulteriori studi clinici con un numero maggiore di pazienti devono essere effettuate prima che questa terapia possa essere approvata dalle autorità di regolamentazione per un uso diffuso.

Staminali: Cellule corneali e architettura 3D per ridare la vista.
5 (100%) 1 voti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *